leadership

Il battistrada dell’innovazione tecnica e funzionale nel campo della sicurezza fisica gestita





leader di mercato in Italia nella sicurezza fisica 2.0

Dalla fondazione, avvenuta a Milano nel 1994, la società ha scalato progressivamente posizioni di mercato fino a divenire leader italiano nella sicurezza fisica integrata – interattiva – telegestita – open platform progettando, producendo e personalizzando piattaforme e soluzioni su base prevalentemente IP che si traducono in un sistema informativo della sicurezza fisica.

Nel puntare da almeno un decennio al Sistema Informativo della Sicurezza Fisica – fin’ora chiamato SISIF – Citel è stata l’antesignana di quello che Frost & Sullivan oggi considera l’astro nascente nel settore, ovvero il PSIM o “Phisical Security Information Management”.

primi nell’innovazione e nella sua diffusione

CITEL è stato – tra i costruttori – il battistrada dell’innovazione tecnica e funzionale nel campo della sicurezza fisica gestita, con soluzioni che sono oggi affermate e consolidate nel mercato italiano di fascia alta e media:

  • primi a realizzare una architettura di supervisione client/server basata interamente su Linux (1995);
  • primi a realizzare un sistema di supervisione centralizzata basato su WAN TCP-IP (2000);
  • primo costruttore a rinunciare (1995) all’uso di un protocollo proprietario di supervisione, adottando esclusivamente quello pubblicato dal CEI;
  • primi a dotare un sistema di supervisione su WAN di un modulo standard per l’interazione centralizzata tra eventi e videosorveglianza (2005).

La spinta all’innovazione in un settore tendenzialmente conservatore si è espressa anche nelle sedi di propagazione della conoscenza – come nel caso dell’ABI – e in quelle di generazione della normativa che dell’evoluzione tecnica garantisce la corretta implementazione, come nel caso del CEI.

Nei convegni annuali dell’Associazione Bancaria Italiana Citel ha sempre tenuto relazioni a supporto dello standard, che nonostante fosse chiamato “CEI-ABI”, veniva spesso messo in discussione in quanto standard italiano destinato ad essere soppiantato da uno standard sovranazionale. Mentre, più recentemente, gli interventi di Citel si sono concentrati sull’integrazione tra apparati in agenzia e la supervisione interattiva orientata all’efficienza.

In ambito OSSIF – Centro di Ricerca dell’ABI sulla Sicurezza Anticrimine ( www.ossif.it ) – Citel coordina il Gruppo di Lavoro che ha realizzato il primo e-Book sul Sistema Informativo per la Sicurezza Fisica in Banca.

Quanto all’adeguamento della normativa all’evoluzione tecnica, Citel ha un proprio rappresentante nel Gruppo di Lavoro del CEI incaricato dell’aggiornamento evolutivo della normativa CEI 79-5/6, vale a dire quella che assicura al mercato italiano un protocollo bidirezionale centro-periferia aperto e allo stesso tempo completo sul piano applicativo, della certezza della trasmissione e sulla protezione dei dati.

una comunità di utenti

Se si pensa che la nostra utenza ha in comune il rifiuto delle piattaforme chiuse in un settore che le ha sempre accettate, allora si può configurare una sorta di comunità. Che non accetta di essere “fidelizzata” a sua insaputa da un fornitore perché intende esercitare la libertà di giudizio e di scelta nella progettazione e l’evoluzione di una infrastruttura (o sistema informativo) per la sicurezza fisica.

Si tratta di una comunità che nell’arco di un decennio è arrivata a comprendere circa 70 utenti, soprattutto di grandi e medie dimensioni, con una dinamica lenta nei primi anni ma accelerata negli ultimi cinque, quando le reti di comunicazione si sono aperte alla condivisione delle applicazioni. E non è un caso che negli ultimi anni alle banche si siano aggiunte dei grandi gruppi industriali, e che ai grandi utenti si siano accodate anche le organizzazioni delle fasce dimensionali minori.

Si tratta di una comunità in crescita rapida che gestisce oltre 22.000 siti collegati su reti IP, senza contare le decine di migliaia di utenti delle società di security, connessi però su reti pubbliche tradizionali.

Clienti di Citel, ma non vincolati a Citel loro malgrado grazie alle piattaforme realmente aperte Centrax e Novax e alla politica praticata da Citel per il supporto alla salvaguardia dell’impiantistica esistente mediante l’integrazione evolutiva di prodotti di terzi.

una comunità di partners

La vocazione tecnica e produttiva di Citel implica la naturale complementarietà con partners di integrazione, installazione e manutenzione nel territorio. Molti dei progetti basati su piattaforme di Citel sono infatti passati da azioni combinate con i partner graditi dal committente per consuetudine di rapporti oppure per singoli progetti.

Citel ha quindi un interesse concreto ad alimentare un rapporto organico con operatori della sicurezza che condividono i valori delle architetture multifornitore e ne sanno valorizzare i vantaggi presso l’utilizzatore o il progettista. A questi partner Citel si propone come riferimento per la progettazione di soluzioni, per la formazione del personale, per l’affiancamento nelle realizzazioni di sicurezza fisica su basi IP.

 

iso

Questo sito è stato realizzato con lo scopo di fornire informazioni riguardanti CITEL.
Le immagini ed i contenuti presenti in questo sito Web sono di proprietà intellettuale di CITEL.
Raccomandiamo di contattarci per qualsiasi problema esistente nel sito. CITEL non è responsabile per il contentuto dei siti collegati.
Tutte le immagini, i testi e i contenuti su questo sito Web sono protetti secondo quanto stabilito dalle vigenti disposizioni di legge.
Sono forniti esclusivamente a scopo illustrativo e possono essere utilizzati citandone la fonte soltanto con il permesso scritto di Citel.

d.lgs. 196/2003

Informiamo che, ai sensi del d.lgs. 196/2003, il responsabile dati di CITEL è il titolare dei dati personali così come forniti nella compilazione di tutti i moduli on line necessari per completare la navigazione e/o per inviare messaggi, iscrizioni e/o materiali forniti online.

Per il trattamento di dati personali si intende la loro raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione e distruzione ovvero la combinazione di due o più di tali operazioni e che possano essere utilizzati per finalità promozionali, e/o per statistiche ovvero per l’invio di materiale redazionale, mediante consultazione, elaborazione, o raffronto.

Il trattamento dei dati avverrà mediante strumenti idonei a garantirne la sicurezza e la riservatezza e potrà essere effettuato anche attraverso strumenti automatizzati atti a memorizzare, gestire e trasmettere i dati stessi.

Informiamo inoltre che la legge conferisce al cittadino la possibilità di avvalersi di specifici diritti: l’interessato può ottenere l’informazione dell’esistenza o meno dei propri dati personali richiedendo la messa a disposizione degli stessi in maniera intelligibile. Può altresì ottenere la cancellazione, la trasformazione, o il blocco dei dati trattati in violazione di legge nonché l’aggiornamento, la rettificazione, o, se vi è interesse, l’integrazione dei dati ed opporsi, per motivi legittimi, al trattamento stesso.

Ulteriori informazioni in ordine al trattamento ed alla comunicazione di dati personali potranno essere richieste a Citel, all’indirizzo e-mail: info@citel.it

 

sito web basato su WordPress realizzato da PaperPlane.

la ringraziamo per aver visitato il nostro sito.
il nostro recapito è:

CITEL SpA
Via Columella L.G., 36
20128 Milano

 

se le interessano maggiori informazioni tecnico/commerciali può contattare:

Nils Fredrik Fazzini
tel. 02 25 50 766
e-mail: n.fazzini@citel.it

oppure

per assistenza tecnica:
tel. 02 25 50 766
fax 02 26 00 54 30
e-mail: assistenza@citel.it