L’evoluzione delle minacce nella Banca e l’innovazione di Citel in chiave PSIM – convegno ABI Banche e Sicurezza 2016




25 maggio 2016

L’evoluzione delle minacce nella Banca e l’innovazione di Citel in chiave PSIM – convegno ABI Banche e Sicurezza 2016

Citel – il profilo e l’evoluzione del settore

In quanto produttore da più di 20 anni di sistemi per la sicurezza fisica telegestita che coinvolgono non meno di 20.000 tra sportelli bancari e postali in Italia, Citel è stata un soggetto attivo direttamente e indirettamente nell’evoluzione di soluzioni di sistema decisive per la mitigazione del rischio e il contenimento dei danni nel settore, grazie soprattutto alla collaborazione sinergica con utenti e terze parti di servizio.

La storia ha inizio già nei primi anni ‘90 quando l’impegno delle banche è stato concentrato nella protezione dai furti in orario di chiusura, con priorità alle filiali dotate di caveau a causa di episodi gravi e di grande risonanza sui mezzi di informazione.
E non è forse un caso se di caveau non si è più sentito parlare per diversi anni salvo una recente recrudescenza.

Sempre nello stesso arco di tempo le “rapine lunghe” (anche nella variante “comitati di accoglienza”), piuttosto frequenti in passato, sono quasi scomparse dalle cronache, almeno da quelle riguardanti i grandi e medi istituti di credito, grazie anche a specifiche misure di bonifica pre-apertura e un perimetro controllato con piattaforme centralizzate di Citel.

Sono calate di recente anche le rapine brevi, e soprattutto è risultato sempre più basso il valore del bottino, grazie alle casseforti e agli erogatori temporizzati, soprattutto da quando sono stati associati a funzioni interattive e multimediali rispetto a una Control Room, con processi di generazione di livelli di rischio finalizzati al miglior compromesso tra il contenimento del danno e la fluidità del servizio all’utente.

Resta ancora importante il danno degli attacchi distruttivi ai bancomat: le misure finora adottate si sono rivelate poco efficaci e soprattutto poco ergonomiche; ma recenti innovazioni di telegestione in collaborazione con i produttori di ATM e delle loro difese fisiche stanno aprendo nuove prospettive di contenimento del danno, anticipando la rilevazione dell’attacco su una filiera interamente informatica anche verso i servizi di telesorveglianza.

La sistemistica in assetto variabile

A differenza di altri processi aziendali la sicurezza della banca può essere attaccata in vari modi e per diversi obiettivi con una frequenza variabile nel tempo: occorre quindi assicurare una copertura adeguata ai vari tipi di rischio ma con la possibilità di riconfigurare in modo equilibrato la gestione tecnica delle misure di contrasto senza abbassare la guardia su altri fronti e mantenendo il rispetto delle migliori pratiche per ogni tipo di processo funzionale.

Niente è più adatto di un sistema informatizzato per implementare processi di gestione di eventi e situazioni, modulati nello spazio, nel tempo, nella criticità; rendendone inevitabile l’applicazione con il monitoraggio continuo delle procedure di gestione di eventi e situazioni, con l’escalation della gestione, con la generazione di feed-back oggettivi e auto-documentati.  Con l’affermazione definitiva dei processi di informatizzazione della gestione della sicurezza fisica in chiave PSIM – Physical Security Information Management.

La sistemistica informatica per la sicurezza fisica viene da lontano, esiste da almeno 30 anni presso le grandi banche a protezione dei caveau, inizialmente con costose connessioni punto-punto, ma poi diffusa tra banche di ogni dimensione quando le reti dati con protocolli standard hanno reso sostenibile la gestione centralizzata della protezione delle filiali da una Control Room propria o di una società di vigilanza.

I tre paradigmi dell’informatizzazione della sicurezza fisica

Con la diffusione delle soluzioni informatizzate su reti dati sostenibili si sono affermati anche i tre paradigmi di riferimento condivisi tra gli utenti professionali per qualificare il livello delle soluzioni di sistema allo scopo di evitare i casi di pseudo-conformità e per una classificazione sistematica delle criticità:

  • il PSIM in quanto sistema informatico dipartimentale a tutti gli effetti, qualificato da aspetti tecnici ma anche da criteri stringenti nella rilevazione e nella gestione degli eventi alla stregua di qualsiasi processo aziendale “mission critical”;
  • la Telegestione professionale, basata sulla compliance alla normativa CEI 79/5-6 e 79/11, con caratteristiche di robustezza e affidabilità al massimo livello codificato, tali da evitare che la distanza fisica introduca un fattore di vulnerabilità;
  • l’evoluzione continua delle funzionalità dei processi e delle buone pratiche gestionali assicurate da un Ecosistema di utenti impegnati nell’innovazione di processo alimentato dalle spinte sinergiche tra la comunità di settore, dai costruttori complementari, dal produttore del PSIM.

È proprio grazie all’Ecosistema della comunità dell’utenza bancaria e di Poste Italiane che è stato possibile sviluppare nuovi processi per la sicurezza telegestita in migliaia di siti per il monitoraggio e la dissuasione antirapina, per la protezione ineludibile dei caveaux, per il contrasto ai comitati di accoglienza, per la protezione dei Bancomat, filtrando e ingegnerizzando idee nate dalla convergenza delle visioni condivise con l’utenza.

E non da ultimo, per ottenere la condivisione real-time dei processi di rilevazione degli eventi con Control Room di società di vigilanza dotate di sistemi conformi PSIM e in grado di reagire immediatamente non solo ad allarmi ma a situazioni di allerta tele-verificabili.

Citel è una società per azioni italiana specializzata nella sicurezza fisica gestita con tecniche informatiche, con una posizione di leadership nelle applicazioni in architettura aperta multifornitore e multimediale.

Citel Spa – Milano –  www.citel.it

Torna all'elenco News
Ultime News Correlate
6 maggio 2016

PSIM notizie – innovazioni e nuovi paradigmi applicativi – case story Punti ENEL – sicurezza fisica e safety passando dall’informatica gestionale

CITEL segnala un caso pratico nel percorso evolutivo della sicurezza fisica, in chiave PSIM sotto ogni aspetto, anche utilizzando tecniche e infrastrutture informatiche esistenti Utente: ENEL Applicazione: misure di sicurezza fisica e safety nei negozi Punto Enel Sistemistica: Centrax-PSIM di Citel in Control Room Gestione dell’archiviazione di massa multimediale: ISILON di EMC² Telecamere multimediali Axis con ascolto ambientale e concentrazione […]

Leggi di più
1 novembre 2015

Il PSIM in Fiera – Citel a Sicurezza 2015

un PSIM a 360° nello stand di CITEL PSIM a 360° applicazioni allo stato dell’arte a fini di efficienza e compliance: sicurezza fisica, safety, tele-accoglienza non presidiata, gestione emergenza, energia, segnali tecnici PSIM a 360° – correlazione, integrazione e interazione, per applicazioni dipartimentali unificate rispetto alla pluralità di sistemi impiegati (oltre 110 devices di terzi) […]

Leggi di più
1 giugno 2015

Convegno ABI Eventi Banche e Sicurezza 2015 | Roma 4-5 giugno 2015

L’intervento di CITEL Sessione parallela A – Sicurezza Fisica – Giovedì 4 giugno pomeriggio Il PSIM (Physical Security Information Management) e la Banca Citel ha una presenza di primo piano nella storia della sicurezza fisica informatizzata nel sistema bancario italiano per il ruolo tecnologico esercitato in quel processo evolutivo che nell’ultimo decennio ha svincolato le […]

Leggi di più
23 maggio 2014

Tecnologie Geospaziali al servizio del Centrax open PSIM

Quest’anno partecipa al tour organizzato da Intergraph in merito all’uso delle tecnologie geospaziali, in abbinamento ad altri sistemi di gestione delle informazioni quali lo PSIM di Citel. Le nostre soluzioni si prestano in modo particolare a questo abbinamento in quanto la tecnologia PSIM, sviluppata in Centrax, costituisce il sistema tramite il quale vengono assunte le […]

Leggi di più
25 novembre 2013

OSSIF – Sempre più diffuse tra le banche le soluzioni di guardia remota multimediale

Sempre più diffuse tra le banche le soluzioni di guardia remota multimediale – Citel ha rapporti con 12 delle prime 15 banche italiane e continua ad estendere la presenza delle proprie piattaforme tra le medie e piccole banche grazie a una stretta collaborazione con le principali società di security, che puntano ormai sul valore aggiunto della […]

Leggi di più
25 novembre 2013

CENTRAX open PSIM di CITEL prende il volo per il CLOUD di BT Italia

newsletter nr. 5 CENTRAX open PSIM di CITEL prende il volo per il CLOUD di BT Italia “Security Application in the Cloud” – Il forte sviluppo che si è verificato negli ultimi anni nel mondo dell’IP networking aggiunto, all’avvento del Cloud, sta di fatto rivoluzionando il mondo della sicurezza fisica che sta passando da una […]

Leggi di più
24 ottobre 2013

newsletter nr.4 – citel partecipa a CP Expo fiera sulle infrastrutture critiche

Citel sarà presente a CP Expo – Community Protection e Infrastrutture Critiche con soluzioni Open Platform PSIM (Physical Security Information Management) Citel è il primo fornitore in Italia di nuove piattaforme aperte per la sicurezza integrata dei grandi gruppi italiani del settore energetico, coinvolti quindi nella classificazione delle Infrastrutture Critiche ad opera della Comunità Europea. […]

Leggi di più

Questo sito è stato realizzato con lo scopo di fornire informazioni riguardanti CITEL.
Le immagini ed i contenuti presenti in questo sito Web sono di proprietà intellettuale di CITEL.
Raccomandiamo di contattarci per qualsiasi problema esistente nel sito. CITEL non è responsabile per il contentuto dei siti collegati.
Tutte le immagini, i testi e i contenuti su questo sito Web sono protetti secondo quanto stabilito dalle vigenti disposizioni di legge.
Sono forniti esclusivamente a scopo illustrativo e possono essere utilizzati citandone la fonte soltanto con il permesso scritto di Citel.

d.lgs. 196/2003

Informiamo che, ai sensi del d.lgs. 196/2003, il responsabile dati di CITEL è il titolare dei dati personali così come forniti nella compilazione di tutti i moduli on line necessari per completare la navigazione e/o per inviare messaggi, iscrizioni e/o materiali forniti online.

Per il trattamento di dati personali si intende la loro raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione e distruzione ovvero la combinazione di due o più di tali operazioni e che possano essere utilizzati per finalità promozionali, e/o per statistiche ovvero per l’invio di materiale redazionale, mediante consultazione, elaborazione, o raffronto.

Il trattamento dei dati avverrà mediante strumenti idonei a garantirne la sicurezza e la riservatezza e potrà essere effettuato anche attraverso strumenti automatizzati atti a memorizzare, gestire e trasmettere i dati stessi.

Informiamo inoltre che la legge conferisce al cittadino la possibilità di avvalersi di specifici diritti: l’interessato può ottenere l’informazione dell’esistenza o meno dei propri dati personali richiedendo la messa a disposizione degli stessi in maniera intelligibile. Può altresì ottenere la cancellazione, la trasformazione, o il blocco dei dati trattati in violazione di legge nonché l’aggiornamento, la rettificazione, o, se vi è interesse, l’integrazione dei dati ed opporsi, per motivi legittimi, al trattamento stesso.

Ulteriori informazioni in ordine al trattamento ed alla comunicazione di dati personali potranno essere richieste a Citel, all’indirizzo e-mail: info@citel.it

 

sito web basato su WordPress realizzato da PaperPlane.

la ringraziamo per aver visitato il nostro sito.
il nostro recapito:

CITEL SpA
Via Columella L.G., 36
20128 Milano

 

se le interessano maggiori informazioni tecnico/commerciali può contattare:

Nils Fredrik Fazzini
e-mail: n.fazzini@citel.it

oppure

tel. 02 25 50 766
info@citel.it

per assistenza tecnica:
tel. 02 25 50 766
fax 02 26 00 54 30
e-mail: assistenza@citel.it